“Ho bussato per tutta la vita senza avere risposta”!

MADDALENA STINZIANI.jpgdi Maddalena Stinziani

“Malgrado si affermi di non credere in nulla, c’è dentro di noi sempre, la necessità di credere! Quando la vita è così abulica, condizionata da mentalità futili, spesso, frutto di retrovie, di comportamenti banali, quando non ci si misura con niente e si affonda il proprio grido nelle più inutili pretese di falso protagonismo, e lo stesso arrivismo è palese, fortemente palese nelle più meschine delle azioni, nelle parole più incongrue, dietro paraventi di oscenità, di dura grettezza morale, quando non si è attenti né a se stessi né a chiunque altro, come non chiedersi su quali speranze si possa fondare l’esistenza, che cosa mai potrà essere un segno di molti di noi…? Ma è proprio dentro di noi, viva come non mai, la poesia delle piccole cose, ciò che ci permette di nutrire sentimenti di lealtà, che ci dà la capacità di leggere nel cuore e negli occhi di chiunque voglia tentare di vivere il proprio tempo senza esitazioni, per chi come me non potrà mai rinunciare a stare in piedi difronte al proprio essere, perché non sia mai detto e non possa io mai proferire: “Ho bussato per tutta la vita senza avere risposta!”. Quando il bisogno di amare è più forte di ogni dolore che dentro ci frantuma l’anima, perché il proprio essere sa fondersi e nutrirsi soltanto di sentimenti unici che, indelebili, intrecciano ogni vena, ogni respiro di noi verso gli altri,verso l’immagine riflessa in quei cuori che sanno accordarsi; allora e solo allora, la poesia delle piccole cose è frutto delle nostre esperienze, del nostro convivere e crescere. Allora e solo allora, dentro di noi vive un’anima infinita! “Bisogna morire tante volte per imparare a vivere!”. Qualcuno ha detto.

Qualcuno dentro di noi urla sottovoce. E, nessuno potrà mai dire: “Ho bussato per tutta la vita senza avere risposta!”.

…La nostalgia di una felicità che ispira da sempre, che addolora, strugge e sfinisce la mente, ma che a tratti, si riposa e ricopre il cuore di speranze, di ricordi indelebili, di dolcezze infinite. E’ l’amore che da illusione diviene un fatto compiuto, vero, racchiuso nella sicurezza di non finire incontrollabile nei gesti e nelle sensazioni, negli sguardi e negli atteggiamenti; si riproduce, si rafforza, si commisera e s’inalbera, si umilia e si rinfranca come un album di ricordi millenari, dove le emozioni più intense, i dolori più veri, s’inoltrano l’uno dentro l’altro, si danno la mano e si spingono per non morire, per non soccombere difronte alla superbia di un orgoglio ferito! …E, in mezzo a tutto questo, il sentiero della vita sceglie il percorso più difficile, perché prende dal dolore il significato della sua essenza  e chiede venia di ogni mancanza, mentre spera di essere ricompensata con il solo amore che conosce. Quell’amore! Un amore forte del suo dolore, dei suoi ricordi, di ogni lacrima versata, di ogni pianto non sentito, di ogni speranza che non è mai crollata. Un amore forte di se stesso, di tutti i momenti in cui è stato solo, maltrattato, deriso, vittima. Di ogni istante in cui si è difeso oltre l’inverosimile, sospinto da una sola verità! Un amore che si è cibato dello stesso amore che ha creato. Quell’amore, quello che è dentro di me”!

“Ho bussato per tutta la vita senza avere risposta”!ultima modifica: 2011-04-14T16:07:00+00:00da liberatorusso
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento